I grilli dell'Aventino.

La strategia dell'Aventino dei Cinquestelle in questi giorni non la capisco. I contenuti possono essere interessanti, per certi aspetti condivisibili, la mossa del decreto Imu/banche da parte del Governo è sicuramente scorretta. Non entro nel merito del finanziamento alle banche, non ho gli strumenti per comprenderlo, sicuramente c'è la fregatura, ma la gestione dello scontro totale contro le istituzioni, i partiti e la finanza non può funzionare. Troppi fronti aperti per poter vincere, troppe accelerazioni per poter tenere uniti i 160 parlamentari. In ogni lotta che si rispetti bisogna tenere aperto un tavolo di trattativa. Per esperienza nei movimenti, le accelerazioni erano il segnale della fine di quei movimenti. Le posizioni rigide non possono tenere dentro otto milioni di votanti, ad ogni scelta i Cinquestelle sono destinati a perdere dei consensi, non ultimo anche il mio a propostito del reato di clandestinità. L'elettorato Cinquestelle ha dentro di sé un vasto voto di destra, e un voto moderato che non ama le ultime posizioni del movimento.
Perché Griillo e Casaleggio attaccano frontalmente la Presidenza della Repubblica, ultima istituzione che tiene unito il paese, e per certi versi amata?
Non credo che non sappiano che questa dichiarazione di guerra può costargli cara. La magistratura e la guardia di finanza rispondono al Presidente. Tra l'altro non hanno nessuna copertura parlamentare, per cui l'arrivo della guardia finanza negli uffici dell'azienda/movimento può essere questione di giorni. Non accettare nessun piano di mediazione, aver portato i 160 parlamentari a non contare niente, sono posizioni che bisogna permettersele, hanno bisogno di una forza militante sui territori enorme, di una situazione pre-insurrezionale. Sappiamo benissimo che i grillini sui territori valgono il 5%, e che la vera forza è il duo Grillo-Casaleggio. Poi questo trovarsi su posizioni resistenziali e conservatrici, con una forte carica anti-istituzionale, è una contraddizione enorme, di solito i movimenti sono contro le istituzioni, perché vogliono cambiare l'esistente. Ora, sono due le cose: o i due in questione sono dei pazzi, oppure non noi ignoriamo qualcosa.
 
fonte immagine wikipedia
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/85/File-Grillo_parlante.jpg

Share/Save