Lo zampino del governo

Nell'ultima decade del Novecento si magnificavano le doti del self-made man. Bastava avere un po' di intuito e un'infarinatura di ragioneria e marketing per pontificare di ROI (Return On Investment) e ROS (Return On Sales)
Con gli anni si è scoperto che oltre alla ragioneria e all'intuito (e a una dose di culo) occorreva anche lo zampino dello Stato.
Senza lo zampino dello Stato molte delle meraviglie attribuite ai vari Self-made man non esisterebbero.
Prendiamo internet. È nata nel 1969 con Arpanet, un progetto della Defence Advanced Research Projects Agency, un'agenzia dipendente dal Ministero della Difesa statunitense. Oppure prendiamo il worl wide web (le pagine web), nate nel 1991 al CERN di Ginevra, un istituto di ricerca finanziato con soldi dei governi aderenti.
Mosaic, invece, è stato il primo browser, sviluppato nel 1993 all'Università dell'Illinois.
Per non parlare della famosissima Silicon Valley, un incubatone tecnologico situato nella parte meridionale della San Francisco Bay Area, e nato su un terreno della Stanford University ad opera  di Frederick Terman, preside della Facoltà di Ingegneria. O dell'altrettanto famosa Route 128, un parco tecnologico promosso dal MIT.
Per non parlare del linguaggio Java, quello che fa funzionare i telefonini android, sviluppato inizialmente all'università di Standford, oppure del motore (il kernel) degli stessi smartphone, liberamente fruibile grazie ad un progetto legale e tecnologico nato ad opera di Richard Stallman, un ricercato del MIT di Boston.

ROI= Utile operativo ROS= Utile operativo
  Capitale investito   Fatturato
 

fonte imamgine wikipedia

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/8/85/Global_Handwashing_Day_%28emblem%29.jpg

Share/Save

Potrebbero interessarti anche: