Catturati e Schizofrenici

Sempre più spesso anche in Italia si sente parlare di Peer Review.
La Peer Review è la valutazione di un proprio lavoro da parte di una o più persone di pari competenze. Costituisce una forma di autoregolamentazione da parte dei membri qualificati di una professione. Metodi di Peer Review sono impiegati per mantenere gli standard di qualità, migliorare le prestazioni e fornire credibilità. Nel mondo accademico la Peer Review è spesso usata per determinare l'idoneità di un documento accademico per la pubblicazione. Da quando Google ha usato la Peer Review per implementare il suo algoritmo di ricerca, il termine è diventato di moda anche in Italia. Prima si parlava di stima dei pari. Ancor prima, Michef Foucault e Thomas Kuhn avevano delucidato il fenomeno spiegando come l'Episteme e il Paradigma creassero le condizione per una normalizzazione nel campo scientifico e, con meno sudditanza verso un metodo di importazione, avevano messo in luce alcuni limiti della struttura di Peer Review.
A dire il vero, anche a proposito della Peer Review, in molti parlano di Cattura. La Cattura è uno dei tanti limiti della Peer Review. Si parla di Cattura quando un membro di un gruppo di pari finisce sotto il controllo di qualcuno o qualcosa al di fuori del gruppo, e che ne determina le scelte e i giudizi.
Prendiamo il caso di Google. Siccome Google è catturata dalla pubblicità, il suo metodo ne è influenzato. C'è da dire, a discolpa di Google, che gli annunci pubblicitari sono segnalati in modo quasi trasparente. Ma siamo sicuri? visto che ultimamente i richiami delle autorità di controllo si sono fatti sempre più frequenti.
Anche nel mondo accademico la Cattura non è un evento infrequente. Quando Panebianco pontifica dal Corriere della Sera (e sono ormai vent'anni che ci inonda di analisi che affermano tutto e il contrario di tutto), non avete l'impressione che stia parlando come se a dettargli le parole non fosse l'ispirazione, ma come se fosse totalmente fuori controllo, non dico ubriaco, ma sicuramente slegato da ogni vincoli di Peer Reviw? Voi direte, ma i colleghi, dove sono finiti i colleghi? Non possono richiamarlo al rispetto della disciplina? Evidentemente, o i colleghi sono catturati tanto quanto lui, oppure hanno paura, visto che Panebianco è un cosiddetto Barone e tutti gli altri, nonostante gli siano rimasti in testa pochi capelli bianchi, sono ancora al nastro di partenza, e hanno paura di contraddirlo. Una paura legittima, s'intende! Ma pur sempre paura. Diciamo che sono stati catturati dalla paura. E non ci fanno una bella figura.
Poi ci sono i catturati dalla politica.
Sempre più spesso si vedono membri della cosiddetta sinistra antagonista (quella che una volta si chiamava sinistra extra-parlamentare) gente che tirava pietre alla polizia o girava con scudi di plexiglas e caschi e bandane, candidarsi alle elezioni. Ce ne sono tanti. In tutte le liste. Si parte da Sel, da 5stelle, Rivoluzione Civile, Verdi, Radicali, per finire con i più moderati PD e PDL. Se si cerca, se ne trovano anche nelle liste di Fini e Monti.
Il fenomeno non è nuovo. Già al tempo di Craxi molti ex-sessantottini furono catturati dal partito socialista. Ma si trattava di poca cosa. I più erano andati a lavorare (si fa per dire). Avevano trovato una degna collocazione nella scuola, nella stampa, nella finanza (Cusani), nel mondo delle professioni.
Il fatto è che c'era posto per tutti. E non c'era bisogno di affollarsi alle porte della politica.
Oggi che i posti sono scarsi, le liste di attesa per entrare in politica si fanno sempre più lunghe. E la richiesta di elezioni anticipate, o la richiesta che si voti su tutto, riflette anche questa necessità legittima di tanti disoccupati.
Io, per fare un esempio quasi personale, conosco molte persone che hanno studiato con me, e che sarebbero potute diventare degli ottimi giornalisti, o dei prestigiosi professori universitari, per non dire di quelli che avevano un orecchio assoluto, e poteva cantare e cantare da sera a mattina, e che sono finiti nelle liste elettorali. E la cosa triste, è che anche lì, in politica, non c'è posto per tutti.
Siccome molti di questi compagni di scuola e amici, com'era possibile prevedere, non sono stati eletti, è iniziata una sorta di  Peer Review al contrario. Un gruppo di pari della sfiga (la Peer Review della sfiga), ha iniziato a far le pulci a tutti gli ex antagonisti, per riammetterli nel club di pari degli antagonisti buttati in politica e rimbalzati.
La revisione a cui sono sottoposti è ferrea.
Ma tu eri nella lista con il figlio di Colaninno nel collegio uno di Milano, vergognati! – ci si sente dire. E tu hai campato di progetti del fondo sociale approvati solo perché eri intrallazzato con l'assessore regionale – si ribatte. E tu, invece, hai piazzato tuo fratello al Comune perché l'assessore era in lista con te, e ora mi vieni a tifare rivolta, ma va a chappà i ratt.
I cantanti Negrita, inorriditi della presa della Cattura su interi collettivi di militanti, si sono sentiti in obbligo di avvisare i giovani di oggi, di pari spirito rivoltoso, di stare attenti alle lusinghe della cattura. E cantano così:
Resta ribelle non ti buttar via.
Tradotto: non ti fare catturare dalla politica, tanto non ci sono posti, e se poi vorrai essere riammesso tra i ribelli, anche quelli ti rimbalzeranno, e non potrai che aggirarti come un cane sciolto per le strade nebbiose della tua città.
L'appello dei Negrita a me, lo devo confessare, suona strano. Mi pare l'appello uscito da un cervello Catturato.
Come si può dire a qualcuno, senza mandarlo in confusione, Resta Ribelle?
Non vi suona un po' contraddittorio? Come si può esortare, se non incitare o ordinare, a qualcuno di essere ribelle, cioè di obbedire all'invito (L'essere ribelle) per trasgredirlo (essere ribelle)?. Non pare anche a voi che il messaggio spinga chi lo riceve in quel casino schizofrenogeno che gli psicologi hanno chiamato Double Bind?
Io non sono un esperto.
Con i soldi guadagnati dalla vendita del disco (non tanti, a dire il vero) i Negrita possono comprare il libro di Gregory Bateson e approfondire la questione. Vuoi vedere che scopriranno di essere stati Catturati (a loro insaputa, si capisce!) da un gruppo di pari che fanno l'apologia (un tantino consumista e attempata) del ribellismo per guadagnare qualche soldo e tirare a campare?
Sia chiaro, nel guadagnarsi qualche soldo lavorando, o cantando, non c'è nulla di male. Però, per favore, tra di noi, non prendiamoci per il culo.
 
 
fonte immagine e diritti wikipedia
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/6/63/Hollywood_Negrita.png

Share/Save